Cervia, la città del sale e dell'estate italiana

A 20 km a sud di Ravenna, Cervia palpita e vive di turismo: nota come la "città del sale" vetusta, è particolarmente amata per la secolare pineta e il vecchio "borgo dei pescatori" davvero bello per la costa Adriatica. L'accoglienza degli operatori turistici ed alberghieri è di alto pregio, tutto orientato a soddisfare i desideri dei visitatori che amano entrare e lasciarsi sorprendere da un territorio pieno di bellezze naturali, di tradizioni, di cultura, di storia. Il comune è figlio di un'industria turistica che in Riviera Romagnola risale alla fine dell'800: a quell'epoca Cervia era nota come luogo di villeggiatura con anche gli agglomerati di Pinarella e Tagliata! Dal 1912 si è aggiunta Milano Marittima e oggi l'area è orgogliosamente famosa, ed ogni hanno raccoglie una media di 4 milioni di giornate di presenze tra turisti italiani e stranieri. Ecco perché Cervia ha il più alto numero di visite. Con un litorale di 10 km, vi immergerete in una favola: la sabbia è fine e delicata sulla pelle e i fondali bassi e accoglienti. Le strutture ricettive a Cervia tra cui alberghi, hotel e i residence sono adatti ad andare incontro a tutte le esigenze di soggiorno del turista contemporaneo. Se visiterete inoltre la città, sarete colpiti al cuore dall'affascinate centro storico di Cervia, nella cui storia civica si legge che alla fine del XVII secolo è stata tutta ricostruita. Ogni tipo di struttura ricettiva presenta tanti comfort e servizi mirati all'accoglienza più piena e calda. Pronte per voi saranno le piscine dove immergervi felici con bimbi e amici, docce, centri fitness perché la salute e la linea sono importanti anche in vacanza, ristoranti dove rilassarsi e godere delle specialità romagnole. Nella zona della Bassona andremo alla "Casa delle aie", un ristorante dove mangiare i piatti tipici della cucina romagnola. Ma a Cervia non potete lasciarvi sfuggire un pranzo tipico alla "Pantofla", luogo antico di incontro per i pescatori: gustosissima la cucina locale a base di pesce della banchina che troverete come pietanza principe a pranzo, a cena e anche a merenda!! La maestosità della pineta grande vi aspetta per darvi una full-immersion nella natura! Qui addirittura, oltre al bird-watching spontaneo, potrete prendere e raccogliere anche pinoli, asparagi, funghi, tartufi e more in quantità regolamentata.